Giorgio Faletti è morto, noi lo ricordiamo così

Giorgio Falletti è morto a sessantatré anni: ecco i suoi contributi sul mondo LGBT

giorgio faletti

Giorgio Faletti è morto all'improvviso all'età di sessantatré anni, lasciando sgomento il pubblico di lettori e di affezionati che lo aveva sempre seguito nel corso della sua poliedrica carriera: se ne va un bravo scrittore, un comico divertente e dissacrante, un paroliere e un compositore, un pittore e un attore che non poche volte ha parlato di omosessualità nella sua opera, talvolta dando vita a personaggi bizzarri e reali in stretta connessione con la comunità LGBT.

Come dimenticare, per esempio, la trasmissione televisiva Emilio, dove oltre a Zuzzurro e Gaspare faceva la sua comparsa sulla scena pure Francesco Tamburini, lo strampalato stilista gay e misogino residente "ad Abbiategrasso, Bellinzona e New York"? E che dire della guardia giurata pugliese Vito Catozzo, che non accettava il figlio omosessuale? Tutti personaggi che hanno contribuito a rendere Giorgio Faletti e il suo percorso nello spettacolo decisamente versatile ed estremamente popolare, oltre che apprezzabile dal pubblico gay: non c'è modo migliore per ricordarlo.

Il ricordo di Vladimir Luxuria

Oggi la stessa Vladimir Luxuria ha voluto ricordarlo con un tweet e non senza citare un suo non poco discusso libro; stiamo parlando di Niente di vero tranne gli occhi, libro uscito dopo il successo strepitoso del thriller Io uccido e incentrato su una storia costellata di delitti e misteri in una New York che difficilmente si vede in tv e sui vari siti Internet.

Proprio in quest'opera Faletti ha dato vita al personaggio di Lisa, o meglio Alexander Guerrero, che Vladimir Luxuria ricorda come transessuale non senza sbagliare: Lisa, infatti, è un personaggio forte come un uomo e dolce come una donna, che non tutti i lettori, tra l'altro, sono riusciti a identificare bene.

Ecco i sei romanzi di Roberto Faletti che devi assolutamente conoscere

Giorgio Faletti ci lascia oggi 4 luglio 2014 e noi non potevamo che ricordarlo così.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 27 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO