Gli amori gay di Paul Newman, da Marlon Brando a Sal Mineo

Interprete di pellicole leggendarie come La gatta sul tetto che scotta e Lo spaccone, Paul Newman nascondeva, dietro ad un' apparente eterosessualità, uno spiccato debole per gli altri uomini.

Il suo sguardo è tra i più celebri di tutta la movimentatissima storia di Hollywood, eppure dietro quegli occhi così blu da dare a tratti quasi l'affanno, l'attore celava una vita privata intensissima, costellata di amanti dal nome celebre come Joan Crawford o Marlon Brando od infatuazioni non corrisposte come quella per Robert Redford.

Una bisessualità che si fece sentire presto, quando Paul Newman era ancora arruolato in Marina. Il suo lungo, felice matrimonio con Joanne Woodward, dicono ora alcuni biografi, primo fra tutti Darwin Porter , era, almeno in parte, una sorta di paravento dietro il quale il divo conduceva spesso e volentieri una doppia vita. Non solo filrt brevi e passeggeri, ma anche amori lunghi ed intensi come quello vissuto con il collega Sal Mineo.

PAUL-NEWMAN-001

Un'immagine pubblica e privata che dunque non coincidevano, una frattura raramente avvertita dal pubblico, una dicotomia che ha trovato però conferme in diverse interviste ad amici e colleghi. Da Shelley Winters a Janice Rule con cui Newman aveva lavorato nella versione teatrale di Pic-nic. Testimonianze che hanno contribuito a ricostruire le tessere mancanti di una delle grandi leggende della grande Hollywood.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 96 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO