Lo spot gay della compagnia assicurativa USA

La Allstate ha realizzato uno spot di animazione con al centro una storia di amore tra due uomini.

La divisione LGBT della compagnia assicurativa statunitense Allstate ha lanciato qualche giorno fa un video di animazione che ruota attorno a una storia d’amore fra due uomini. Lo spot racconta la storia di un ragazzino continuamente emarginato dalla società per il fatto di essere differente: il protagonista del video, infatti, ha una mano enorme e tutti lo evitano. Condannato alla solitudine, il ragazzo torna a vivere quando incontra un altro ragazzo che, come lui, ha una mano molto grande: scoppia l’amore tra le due anime gemelle. Lo spot – che ha anche una versione con manifesti – si conclude con la frase: Crediamo che ognuno debba essere trattato con rispetto e senza nessun giudizio a prescindere dalla persona che ama.

La musica del video è composta dal cantautore gay dichiarato Eli Lieb, che per l’occasione ha realizzato il brano Safe in my hands in varie versioni.

Lo spot gay della Allstate

Si tenga presente che lo slogan della Allstate è da sempre “siete in buone mani”, quindi il video ruota anche attorno questo concetto. Come notano su LezPop “è marketing, ma in casi come questo, il marketing fa bene”. Del resto stiamo parlando di pubblicità e non di una campagna “umanitaria”: è quello che chiediamo a Barilla da chissà quanto tempo, ma la ditta di pasta italiana, come ben sappiamo, preferisce fare orecchie da mercante, nonostante lo scandalo mondiale creato dalle parole del patron Giulio, e continuare a far vedere la loro idea di famiglia felice, che ormai non regge più nemmeno nel mondo della pubblicità.

Tornando allo spot della Allstate, mi sembra bello e interessante, anche se bisogna dire che l’omosessualità non è certo un difetto fisico o una qualche malattia (sì, lo so: qualunque scelta grafica che avrebbero scelto per rendere plasticamente il concetto di diversità avrebbe creato problemi, ma rimane il fatto che l’omosessualità non è un difetto che più o meno si aggiusta quando si trova un altro difettoso come noi).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 355 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO