Charles Aznavour, Comme ils disent: il brano sui gay che vuole cantare a Mosca contro l'omofobia di Putin

Il cantante francese terrà un concerto a Roma il 1 luglio 2014 al Centrale Live

Charles Aznavour terrà un concerto il prossimo 1 luglio, a Roma, al Centrale Live e per l'occasione ha rilasciato un'intervista nella quale raccontarsi e descriversi. Perché lui, attore cantante e diplomatico francese di origine armena,a novant'anni preferisce non definirsi una star (come in moltissimi lo vedono) ma un artigiano. Della musica. E delle emozioni, aggiungiamo noi.

A novant’anni non ho paura di dire che si sente meno bene, si vede meno bene e non ci si ricorda più le parole delle canzoni. Ci sono tantissimi cantanti che usano il gobbo, ma io sono uno dei pochi ad ammetterlo. Lo dico fin dall’inizio del mio concerto e così creo immediatamente una grande intimità con il mio pubblico. Agli spettatori devi avere il coraggio di dire tutto, non ho tabù: nelle lingue che conosco dico tutto quello che penso. Qualche volta mia moglie vorrebbe frenarmi e mi dice “ma non vorrai dire anche questo?” ma io vado per la mia strada. Non mi definisco una star, ma non certo per modestia perché è una definizione americana che non mi piace. Le stelle sono spesso filanti, passano e poi non ci sono più. Io preferisco definirmi artigiano, mi vedo come un ebanista che consegna il suo lavoro di cesello

ARMENIA-FRANCE-AZERBAIJAN-GEORGIA-RUSSIA-UKRAINE-DIPLOMACY

Terrà anche un concerto a Mosca e per l'occasione ha intenzione di eseguire anche il brano Comme ils disent nonostante racconti il tema dell'omosessualità e possa non essere visto di buon occhio dalla legge contro la propaganda gay di Putin. Ma lui ha intenzione di non censurarsi volontariamente:

"Con il pubblico non ci devono essere tabù. Ho scritto la canzone “Comme ils disent” perché tra gli amici che rimpiango di più ce ne sono molti omosessuali. Quando l’ho scritta nel ’72 mi hanno chiesto chi la canterà? Ma io naturalmente, ho risposto. Ha avuto un successo immediato. Se la canterò a Mosca? Io vorrei proprio cantarla perché mi hanno detto che il signor Putin è contro gli omosessuali, però se mi chiederanno di non cantarla non la canterò perché io sono anche ambasciatore dell’Armenia, un paese vicino alla Russia e non vorrei creare un caso diplomatico. In cuor mio però spero che si dimentichino di dirmelo"

E noi lo speriamo insieme a lui. Novant'anni e una saggezza e lucidità tale: dove devo firmare?

Via | Gay News

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 89 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO