Francesca Pascale favorevole alle unioni gay

La compagna di Silvio Berlusconi apre ai diritti gay

Francesca Pascale, la conosciuta compagna di Silvio Berlusconi, ha rilasciato un'intervista al Corriere.it e ha risposto anche a temi e argomenti che non sono decisamente sostenuti dalla politica di destra. Tra questi anche i diritti Lgbt, tanto richiesti nel nostro Paese quanto continuamente ignorati o rimandati "per questioni di priorità".

Ho letto che il sindaco di Napoli riprendendo l’iniziativa del primo cittadino di Roma, Marino, vorrebbe ratificare le nozze di coppie omosessuali contratte all’estero. Lui lo dice soltanto. Credo si tratti di un volgare calcolo elettorale. Specula sulle aspettative di tante coppie che si amano. Tutt’altra cosa è credere nella libertà a prescindere dagli orientamenti sessuali. Lo dico da cristiana, da cattolica, da donna che vive nella condizione di coppia di fatto: sì alle unioni civili, sì al rispetto per la libertà individuale”.

Francesca Pascale, fidanzata di Berlusconi, sarebbe lesbica secondo l’attrice Michelle Bonev

E quando le viene fatto presente che la Chiesa e la religione cattolica non è a favore delle coppie dello stesso sesso, la Pascale ribadisce il suo pensiero sostenendo la tesi del messaggio cristiano:

Cristo ha detto: ama il prossimo tuo come te stesso. Non ha insegnato a fare differenza tra gay ed etero. Ecco, mi piacerebbe se il centrodestra aprisse i suoi orizzonti e affermasse: siamo liberali fino in fondo e non soltanto quando ci interessa o quando ci fa comodo. Va bene rispettare ciò che dice la Chiesa, ma la Chiesa deve rispettare anche la libertà di uno stato laico e non confessionale, altrimenti si sconfina nella discriminazione di chi non è cattolico

Parole che sicuramente divideranno nel partito politico di destra, forse non proprio così liberale e aperto su questi temi. Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center, ha commentato le parole della ragazza chiedendosi -con evidenti dubbi se anche all'interno di Forza Italia siano d'accordo con lei:

Francesca Pascale oggi si dichiara a favore delle unioni civili anche gay. Sul nulla di fatto in Italia su questo tema però avrebbe un modo semplice per capire come mai siamo così indietro. Il primo e più semplice sarebbe quello di chiederlo a Silvio Berlusconi che ha brillato per non aver mai proposto una legge quando non per fare aperta campagna contro. Comunque meglio tardi che mai. Resta da vedere se in Forza Italia sono d'accordo con lei. C'è da dubitarne

  • shares
  • Mail