Derrick Sherwin Bailey, il reverendo anglicano che sdoganò l'omosessualità

Un nome non particolarmente celebre, eppure il reverendo Derrick Sherwin Bailey con i suoi studi sull'omosessualità ha saputo intaccare pregiudizi vecchi di secoli, influenzando anche le decisioni della celebre Commissione Wolfenden.

La figura severa di Derrick Sherwin Bailey lontana dal glamour quasi hollywoodiano di scrittori di best seller o romanzi di successo, merita tutta la nostra attenzione. A lui, pastore anglicano e devoto uomo di fede, va il merito (non certo piccolo) di aver saputo con i suoi meticolosissimi studi e pubblicazioni intaccare alla base pregiudizi e divieti non solo della Chiesa, ma anche dello Stato (i suoi studi contribuirono, tra le altre cose, alla depenalizzazione dell'omosessualità in Inghilterra).

La sua del resto fu una ricerca lunga, vasta, comparata che diede vita a più volumi, influenzando tutta una nuova generazione di studiosi, primo fra tutti il sempre citato John Boswell. La Bibbia venne passata attentamente al setaccio. Di volta in volta Bailey confutava e confrontava le diverse realtà sepolte nella polvere dei secoli. Nulla sfuggiva al suo sagace scrutinio. Alla sua attenzione da gran meticoloso. La pubblicazione di "Homosexuality and the Western Christian Tradition" segnò una svolta epocale nello studio dell'omosessualità, aprendo la porta prima al dibattimento, poi finalmente anche al cambiamento.

bailey-

Il nome di Derrick Sherwin Bailey è dunque da ricordare. Per lui dovremmo conservare un piccolo angolo della nostra memoria. Rammentare che ci sono stati uomini che, nella storia dell'omosessualità e delle sue rivendicazioni più che legittime, hanno saputo fare veramente la differenza.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO