Vita breve di Frank O'Hara

Frank O' Hara

La vita di Frank O’Hara fu breve ma intensa. Nato a Baltimora nel 1926 quando i genitori non erano ancora sposati, sviluppò sin da piccolo un amore per la musica e tutta l’arte in generale. Nonostante venga oggi ricordato soprattutto per le sue poesie che tanto hanno segnato ed influenzato la cultura gay, il suo talento era in realtà mosso e variegato. Una sorta di magma che sapeva aprirsi sempre nuovi ed inattesi varchi da cui fuoriuscire. Giunto a New York nel 1951 dopo essersi laureato in Inglese, il giovane poeta iniziò a convivere subito con Joe LeSueur, l’uomo che sarebbe stato, tra un amore e l’altro, il suo compagno per più di dieci anni.

Cordiale ed affabile con tutti, Frank O’Hara divenne quasi immediatamente una figura centrale della New York più intellettuale, amico e confidente di artisti e poeti importanti. I suoi acutissimi articoli di critica d’arte, scritti per l’illustre Artnews, e quelle sue poesie eternamente incentrate sul presente gli portarono una fama quasi istantanea, ma all’alba del 24 luglio 1966, il poeta, non ancora quarantenne, venne investito sulla spiaggia di Fire Island da un buggy; un incidente fatale che gli troncò purtroppo la vita e che lasciò amici ed ammiratori attoniti per il dolore.

  • shares
  • +1
  • Mail