In ricordo di Thomas Mann nell'anniversario della nascita

Giugno è un mese ricco di ricorrenze. Oggi cade infatti anche l'anniversario della nascita di uno dei più grandi nomi della letteratura tedesca di tutti i tempi: Thomas Mann. Allo scrittore di Morte a Venezia venne riconosciuto il Premio Nobel nel 1929.

Dopo aver ricordato Federico Garcia Lorca, non poteva esimerci dal celebrare la nascita di un altro grande autore del Novecento: Thomas Mann. Molti di noi hanno letto sicuramente romanzi come "I Buddenbrook", "La montagna incanta" oppure "Morte a Venezia" di cui esiste anche l'indimenticabile trasposizione cinematografica di Luchino Visconti. Libri, romanzi che appartengono di diritto ai grandi capolavori della letteratura mondiale.

thomas-mann-

Tuttavia furono i diari, pubblicati postumi, a rivelarci più in dettaglio ed in maggiore profondità la tormentata sessualità dello scrittore. Quell'omosessualitàT che affiora costantemente nelle sue opere, che dà tutta la sua sostanza (ed anima) all'amore dello scrittore Gustav "von" Aschenbach per Tazio e che esplode in tutta la sua evidenza nei fogli privati, nelle confessioni affidate quotidianamente alla pagina; pagina da chiudere poi nel cassetto, lontana da occhi indiscreti o troppo indagatori. Un'omosessualità che rivivrà poi più libera ed alata, ma non priva di difficoltà visti i tempi, anche nel bellissimo Klaus, figlio spesso contestato dal celebre padre che seguirà tuttavia le sue orme, diventando un apprezzato autore.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 23 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO