Libri: due ragazzini ebrei e un "eroe" gay in fuga dai nazisti

Esistono gli eroi gay e sono esistiti anche nelle guerre che ci riguardano più da vicino? Di sicuro ce ne sono stati e certamente la loro storia è passata sotto silenzio o il loro orientamento sessuale non è stato mai rivelato. Anche per questo forse fa piacere parlare di questo romanzo, "L'ultima onda del lago", in cui un partigiano gay aiuta una ragazza ebrea a scappare da Milano per portare in salvo il suo fratellino in Svizzera.

In una Lombardia occupata dai nazisti - siamo al crepuscolo del fascismo nella sua versione repubblichina - una coppia gay viene spezzata quando i fasci arrestano uno dei due che lavorava in una fabbrica di aerei. Ufficialmente è impiegato sul campo di volo, in realtà ripara le armi dei partigiani.

Il compagno rinuncia a cercarlo per paura di scoprirlo morto e mentre aspetta che succeda qualcosa si trova di fronte due fratellini ebrei in fuga dai nazisti dopo che i loro genitori sono stati deportati. Loro gli chiedono aiuto e lui accetta di andare con loro fino a condurli in un bosco sul lago dove incapperanno in due contrabbandieri.

Chi sarà l'eroe e chi sono i cattivi? Ce lo racconta Stefano Paolo Giussani che in questo romanzo ha mischiato fatti veri e finzione e ci ha raccontata tre storie che si intrecciano con la Storia... Buona lettura.

  • shares
  • +1
  • Mail