Harry Hamlin: "Dopo aver interpretato un gay, la mia carriera si è fermata"

L'attore ammette che impersonare un omosessuale nel 1982 è stata una mossa coraggiosa ma... costosa

Harry Hamlin è uno degli attori della serie tv Mad Men e la sua interpretazione di Jim Cutler gli è valsa anche una nomination agli Emmy Award. Ma questo è una sorta di riscatto per la star che, in passato, è stata vittima di una sorta di esclusione del mondo del cinema. Il motivo lo ha rivelato lui stesso in occasione di una recente intervista a Watch What Happens Live:

"Il film era più avanti rispetto al tempo. E' stato prima che la questione AIDS ancora esplodesse, così abbiamo potuto raccontare una storia d'amore senza che la malattia fosse una parte di questo racconto. Noi non abbiamo dovuto affrontare l'argomento e il film quindi era molto innocente"

La pellicola però ha provocato una conseguenza importante e negativa sulla sua carriera. Perché ne ha segnato la fine per un lungo periodo:

"Non ho lavorato in film mai più. Quella fu l'ultima personaggio che ho fatto. E' una cosa che vorrei fare e ripetere anche oggi, anche se c'è stato uno stop nella mia carriera, in seguito a questo"

harry

Hamlin non ha più ottenuto ruoli cinematografici, sul grande schermo, e solo successivamente è riuscito a riscuotere un grande successo in televisione, proprio nella serie tv che ha rilanciato la sua professione e, soprattutto, restituito il valore della sua capacità di recitazione all'attore.

Via | PinkNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: