Evan Rachel Wood difende la (sua) bisessualità

L'attrice fiera della sua bisessualità

A ottobre 2011, Evan Rachel Wood aveva ribadito la propria bisessualità

"A quanto mi ricordi io sono sempre stata così. Mi sono eccitata quando ho saputo che c’era una ragazza come me e che mi piaceva molto. Le ho restituito il favore, diciamo così. Non c’è nulla di cui vergognarsi"

Da allora, c'è stato chi ha apprezzato la sua scelta di rivelare il suo lato personale al mondo intero e chi, invece, ha pensato che fosse solo un modo per far parlare di sé. E così, poco tempo fa, l'attrice è tornata a parlare di questo tema, sottolineando come riguardi moltissime persone:

"C'è questa sorta di marchio strano su di esso e sto sperando che stia per svanire perché sono mooooooolte le persone bisessuali"

Crescendo non è stato semplice confrontarsi con il mondo e prendere coscienza della propria natura:

" Mi ricordo che mentre crescevo non sapevo questa cosa , mi sentivo molto confusa, molto sola. So che è uno dei motivi per cui ho fatto coming out pubblicamente , per aiutare qualcun altro che magari ha 12 anni ed è terrorizzato - solo per far sapere a loro che va bene così ed è molto reale e comune. Le tue prove e fatiche sono altrettanto reali quanto quelle di chiunque altro"

The L.A. Gay & Lesbian Center's 2014 An Evening With Women (AEWW) - Arrivals

E proprio questo disagio e questa sorta di solitudine, Evan Rachl l'ha provata anche nell'ambiente Lgbt, in parte restio ad accettare totalmente la bisessualità, visto da alcuni come una sorta di alibi o di omosessualità "leggera" e più borghese:

"Certamente mi sentivo umiliata da entrambi i lati, anche dalla comunità Lgbt. Voglio che questo finisca. Si dovrebbe essere chi si è ed esserne orgogliosi"

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO