Omofobia e dintorni: il raid che cambiò la vita a Lionel Pries

Dopo un brillantissimo inizio di carriera, Lionel Pries scelse di dedicarsi alla formazione di una nuova generazione di architetti, ma la sua omosessualità gli fece perdere la sua posizione di docente. Uno shock da cui non si riprese mai del tutto.

Architetto di fama mondiale, Lionel Pries (1897-1968) insegnò per anni in una importante università californiana, contribuendo alla formazione di architetti e designer che hanno lasciato un segno indelebile nella storia dell'architettura più recente, da Minoru Yamasak a Fred Bassetti, giusto per citarne un paio. Tuttavia la sua brillantissima carriera di docente venne bruscamente interrotta quando Pries finì nel 1958 in una retata della polizia. Erano si sa tempi particolarmente duri per gli omosessuali ed i locali gay venivano spesso e volentieri presi di mira dalle forze dell'ordine. La rivolta di Stonewall e la ventata di libertà che avrebbe portato con sé erano ancora lontanissime.

Così l'uomo, sorpreso in un celebre locale gay di Los Angeles, venne brutalmente arrestato insieme ad altri clienti del bar. Un arresto che naturalmente ebbe gravissime conseguenze. Lionel Pries fu infatti costretto a dimettersi dall'università in cui insegnava e cercarsi frettolosamente un altro lavoro. Uno shock da cui il celebre architetto non si sarebbe mai ripreso del tutto.

lionel-pries-1

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail