Joe Manganiello, La Bare: film documentario sul backstage di un locale di strip maschile

L'attore ci ha preso gusto. Dopo Magic Mike, diventa regista per un film che racconta il dietro le quinte del settore

Quando si dice l'ispirazione. Joe Manganiello è tra i protagonisti del film Magic Mike, pellicola che racconta le storie e le avventura di alcuni stripper maschili. In attesa di poter vedere il secondo capitolo ufficialmente in lavorazione, l'attore ha deciso di passare dietro alla macchina da presa e di dirigere La Bare una sorta di documentario sul backstage di un celebre locale americano che offre questo servizio. E' stato lo stesso Manganiello a confermare il progetto e raccontare come sia nata l'idea:

"Durante tutto il successo di Magic Mike. la richiesta che ho ricevuto da quasi tutti coloro che hanno visto il film era che avrebbero voluto sapere di più su quei ragazzi. Così quando mio fratello ed io abbiamo fondato la nostra società di produzione, la "03:59" nel tardo autunno dello scorso anno abbiamo deciso che il nostro primo ordine del giorno era prendere una piccola troupe a Dallas per vedere se potevamo trovare una storia in grado di soddisfare la curiosità di tutti. Quello che abbiamo trovato era una miniera d'oro"

La-Bare-trailer-senza-censure-e-poster-del-documentario-di-Joe-Manganiello

Ed ecco la trama ufficiale della storia. In apertura post potete vedere il trailer integrale del film in uscita il 27 giugno 2014 nei cinema americani:

Fin dalla nascita della rivista maschile alla fine degli anni '70, i più grandi spogliarellisti del mondo possono essere ricondotti ad un club... il "La Bare" di Dallas. LA BARE ti offre un dietro le quinte e uno sguardo sulla vita, la fama, le delusioni dell'attuale parterre di stripper in forza al locale, così come sull'uomo che ha dato il successo al club per tre decenni dal suo lancio, Randy "Master Blaster" Ricks. Queste sono le vere storie dietro la magia degli uomini e delle donne del "La Bare".

Non so voi, ma trovo decisamente interessante questa direzione "artistica" di Joe. Bravo il nostro Big Dick Richie!

  • shares
  • Mail