Patrick Trevor-Roper il medico che difese i diritti dei gay di fronte alla commissione Wolfenden

Attivisti che misero a rischio successo e carriere di prestigio come il medico oculista Patrick Trevor-Roper. Indimenticabile alfiere dei diritti degli omosessuali in un'Inghilterra chiusa ed omofoba.

Non si parla spesso di Patrick Trevor-Roper eppure il suo costante impegno, il suo instancabile attivismo per la depenalizzazione dell' omosessualità in Inghilterra portò effettivamente alla cancellazione di quel reato di carattere sessuale che in passato aveva causato tanto dolore, ripetuti suicidi ed aumentato il sentimento di omofobia in tutto il paese. Questo medico oculista con una carriera di prestigio (e naturalmente tutto da perdere) affrontò invece a testa alta la commissione Wolfenden, incaricata dal governo di decidere se vi erano sufficienti ragioni per abrogare la legge contro l'omosessualità.

Patrick Trevor Roper spiegò loro con dignità e fermezza di come l'omosessualità fosse solo un aspetto naturale della personalità umana ed in nessuno modo rappresentasse una minaccia per la società. Anzi il medico sottolineò con forza di come molti omosessuali fossero soggetti a ricatti biechi, a continui tentativi di estorsione di denaro proprio a causa di questa legge ingiusta che considerava l'omosessualità un reato.

patrick-trevor-roper-.bis

La testimonianza di Trevor Roper e di altri due figure di prestigio come il giornalista Peter Wildeblood e Carl Winter, direttore del Fitzwilliam Museum, fecero sì che la commissione desse il via libero alla depenalizzazione dell'omosessualità. Un evento epocale che aprì la strada ad una maggiore consapevolezza della propria dignità e non solo in Inghilterra. Figure come quella di Patrick Trevor-Roper che si esposero in prima persona, in un 'epoca di rampante omofobia, non possono che avere ancora oggi tutta la nostra riconoscenza. Tutta la nostra stima.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail