Ad occhi chiusi: corto di Lisa Riccardi sull'amore tra ragazze

Intenso e commovente il corto “Ad occhi chiusi” che parte da una storia vera e la racconta con maestria.


Ad occhi chiusi

è un cortometraggio di Lisa Riccardi che prende le mosse da un fatto realmente accaduto qualche tempo fa a Roma. La sinossi ufficiale del corto è la seguente:

Sara ha diciotto anni, gli occhi neri e un pallone da basket tra le mani. Ginevra di anni ne ha sedici anni, occhi chiari e sogni da realizzare. Nella periferia di Roma in un'estate caldissima, Sara e Ginevra si incontrano un po' per caso, ma poi si mischiano e si baciano come se si conoscessero da sempre..

La regista, Lisa Riccardi, ha detto a noi di Queerblog:

Ho vissuto questa storia pur non essendo coinvolta. Da lì, ho proposto alla protagonista di provare a raccontarla. Perché quando vivi una cosa del genere, vorresti che non succedesse più a nessuno. Abbiamo scritto quindi questo cortometraggio, cambiando molte cose rispetto alla storia vera, un po' perchè il limite che ci eravamo imposti era di quindici minuti, ed è difficile raccontare un anno di vita in 15 minuti, un po' perché la realtà è stata ben peggiore (soprattutto la scena in cui il padre picchia Ginevra), ma se avessimo raccontato la "versione originale", molti avrebbero detto: "Si, vabbè, non può essere accaduto realmente"!

Ad occhi chiusi (With closed eyes) - short movie

Il corto Ad occhi chiusi sta avendo molto successo, soprattutto all’estero (Official Selection Torino GLBT Film Festival, Official Selection AS Film Festival, Official Selection Mezipatra Film Festival (Praga), Official Selection Queersicht LGBT Film Festival (Bern), Official Selection Roze Filmdagen 17th Amsterdam Gay & Lesbian Film Festival, Official Selection Melbourne Film Festival (Australia), - Official Selection Boston LGBT Film Festival), ma anche in Italia (Official Selection "Inventa un film - Lenola Film Festival" e Official selection Some Prefer Cake - Bologna Lesbian Film Festival).

La troupe – la maggior parte della quale ha studiato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma – è composta tutta da giovani under trenta che hanno partecipato gratuitamente la progetto. Le attrici sono Aurora Ruffino (che abbiamo visto in Bianca come il latte rossa come il sangue e in Braccialetti rossi) e Liliana Fiorelli. Sono state scelte dopo diversi casting. A loro si aggiungono Corrado Oddi, il padre, e Laura Recagno, la sorella di Sara.

Ci confida Lisa Riccardi:

La cosa più bella è vedere a ogni proiezione, molte persone emozionarsi e dire: "Grazie, avete raccontato qualcosa che è successo anche a me”.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail