Il cardinal Christoph Schönborn benedice Conchita Wurst

Il cardinale di Vienna si congratula con Conchita Wurst e parla anche dell'identità di genere.


Il cardinal Christoph Schönborn, arcivescovo di Vienna e ben noto nella chiesa per le sue posizioni di apertura in molti contesti (nel video parla dal Duomo di Milano), ha commentato la vittoria di Conchita Wurst all’Eurovision song contest e l’ha fatto con parole che non ti aspetti da un esponente di spicco della chiesa cattolica. Nella sua consueta rubrica sul quotidiano Heute, il porporato ha scritto che nel “giardino variopinto del Signore c’è spazio per tutte le moltitudini”. E poi ha continuato:

Non tutti coloro che sono nati uomini, si sentono anche uomini, e la stessa cosa può valere anche per le donne. Meritano il nostro rispetto come tutti gli altri esseri umani.

Schönborn ha poi sottolineato che il tema dell’accettazione, tema che Conchita Wurst ha portato al centro dell’attenzione, “è un grande tema, un tema reale”, soprattutto per persone come Wurst, costrette a subire ingiustizie, discriminazioni e cattiverie. “Tolleranza”, ha poi chiosato Sua Eminenza, che ha un suo profondo significato e che cioè “che bisogna rispettare le persone, anche se non si rispettano le loro opinioni”. Alla fine del suo articolo, il cardinal Christoph Schönborn si è detto contento per

Thomas Neuwirth, che col suo nome d’arte Conchita Wurst ha avuto un tale successo.

Il cardinal Christoph Schönborn benedice Conchita Wurst

Ricordiamo qui che la vittoria di Conchita Wurst ha dato un impulso non da poco conto alla vita politica dell’Austria e di Vienna in particolare: basti pensare che il comune della capitale austriaca sta pensando di promuovere iniziative anti-omofobia, mentre Verdi e socialdemocratici stanno chiedendo un’estensione dei diritti per le persone omosessuali (in Austria è in vigore una legge per le unioni civili tra persone dello stesso sesso).

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | La Stampa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: