Cina, gay denuncia una clinica medica per un'ipnosi che doveva convertirlo in etero

Il trattamento non solo non ha funzionato ma ha provato anche danni psicologici all'uomo

Nel 2014 la prima cosa sconvolgente è che esistono ancora parecchie persone convinte che si possa "guarire" dall'omosessualità, come fosse una malattia che necessita di una cura. I metodi e i trattamenti sono diversi e ci sono alcuni centri -e alcune persone- convinte di poter convertire un gay in eterosessuale.

Alla base di questo pensiero è nata la decisione di un omosessuale cinese che si è affidato ad una clinica che, sotto pagamento, sarebbe riuscito a fargli piacere le donne. In che modo? Con l'ipnosi. Tutto questo però non ha funzionato e Un uomo gay ed è stata presa di citare in giudizio il centro medico dopo che i dottori hanno cercato di trasformarlo direttamente con l'ipnosi, fallendo. Il tribunale di Pechino ha accettato di esaminare il caso ed è la prima volta che il Paese ha accettato e accolto una denuncia contro un'organizzazione di 'cura gay'.

Cina-gay

Xinyu Piaoxiang , la clinica in Congqing , ha offerto la 'conversione gay' ma non solo il trattamento non ha dato risultati: ora il paziente è anche affetto da gravi danni psicologici.

Il portavoce di un'associazione cinese Lgbt ha dichiarato:

"E' un segno di tolleranza"

Nel 2001, l'omosessualità è stata ufficialmente declassificata come una malattia mentale in Cina ma nonostante questo, ancora oggi molte persone gay ancora sentono la pressione di essere eterosessuali e spesso si rivolgono alle numerose cliniche che offrono terapie per 'curare gay. .

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: