Scritte omofobe e fasciste sulla chiesa valdese di piazza Cavour a Roma

La chiesa valdese di piazza Cavour a Roma, che esponeva la bandiera arcobaleno, è stata imbrattata da scritte omofobe.

Questa mattina la facciata della chiesa Valdese di piazza Cavour a Roma è stata trovata imbrattata con vernice nera e sul lato della chiesa in via Dionigi sono comparse scritte omofobe. Sono state rilevati disegni di croci celtiche e svastiche oltre la scritta “No Froci” sui muri in via Marianna Dionigi, dove sono ubicati gli uffici della comunità ed è stata imbrattata la facciata del Tempio con lancio di inchiostro nero nel tentativo di oscurare la bandiera rainbow esposta in occasione della Giornata Mondiale di Lotta e di Contrasto all'Omofobia e alla Transfobia. L'attacco, di stampo chiaramente omofobo e fascista, è avvenuto nella notte tra il 14 e 15 maggio.

L'atto vandalico, già deprecabile di per sé, risulta ancora più disgustoso per il fatto che avviene a ridosso della Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia del prossimo 17 maggio e nel corso della Settimana Rainbow che si sta svolgendo a Roma.

scritte omofobe e fasciste sulla chiesa valdese di piazza Cavour a Roma

Ferma condanna agli atti omofobi e fascisti sono stati espressi dalla REFO - Rete Evangelica Fede e Omosessualità che ha convocato per questa sera alle 21, dinanzi al sagrato del Tempio Valdese di piazza Cavour, un incontro di solidarietà con la comunità valdese e con quella LGBT. Scrivono dalla REFO:

Questa violenza non ci impedirà di continuare il nostro impegno nella lotta alle discriminazioni e a praticare realmente l'accoglienza di tutti e tutte perché come dice l'Apostolo Paolo: “accoglietevi gli uni gli altri, come anche Cristo vi accolti” (Romani 15:7). Questa intimidazione non impedirà di continuare l'impegno per l'autodeterminazione dei nostri corpi e della nostra sessualità.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Refo

  • shares
  • Mail