Omofobia Uganda, petizione per le dimissioni del vescovo che vuole il genocidio dei gay

Ecco una petizione molto importante per chiedere le dimissioni del vescovo cattolico e omofobo Charles Wamika

La vicenda tutta ugandese (per fortuna) del vescovo che vuole il genocidio dei gay sta facendo discutere il web intero e le polemiche proprio non accennano a placarsi, visto che manca ancora una posizione netta da parte del Vaticano: il vescovo, infatti, è un tale Charles Wamika ed è cattolico; una figura che non fa altro che macchiare la reputazione della gerarchia ecclesiastica e incrinare ancor di più il rapporto fra la chiesa e i fedeli (o meglio: i fedeli omosessuali).

Ormai ha fatto storia la frase "Chi sono io per giudicare i gay?" di Papa Francesco ed è per questo che il Pontefice dovrebbe intervenire seriamente su una vicenda così scandalosa: un vescovo non può chiedere ai genitori di consegnare i propri figli alla polizia così come non può ricordare a tutti che la chiesa ha dovuto combattere i mali del mondo, anche spargendo sangue. Queste non sono opinioni e non siamo certo i primi a dirlo, visto che in rete è partita persino una petizione, che vi invitiamo a firmare per non far cadere la faccenda nel dimenticatoio, affinché papa Francesco prenda provvedimenti.

La petizione da firmare


charles wamika

Vediamone il testo:

"Durante la Pasqua il vescovo ugandese ha incitato i suoi fedeli con le seguenti parole: “Consegnate i vostri figli gay alle autorità e il vostro gesto sarà ricompensato in Paradiso“. Non pago, facendo riferimento alla storia della chiesa cattolica, il vescovo ha anche ricordato che spesso è stata usata la forza ed è stato versato sangue pur di “ripulire la terra”. Non si placa, dunque, in Uganda la caccia ai gay iniziata già da tempo e ora appoggiata anche da prelati che dovrebbero al contrario predicare l'amore, l'accoglienza e il rispetto di tutti.

Chiediamo che Papa Francesco chieda le immediate dimissioni del vescovo ugandese Charles Wamika per le gravi affermazioni contrarie alle fede e in piena violazione dei Dirittti Internazionali dell'uomo".

Pronti? Via!

Via | Change.org

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: