Attivista cristiano in un talk show: per la legge, un uomo e una donna sono i genitori ideali

Il religioso americano ha espresso pubblicamente i propri timori per i bimbi: forse meglio senza genitori in un istituto?

Ralph Reed è il presidente della Christian Coalition, un'associazione cristiana in suolo americano.

Nei giorni scorsi è stato ospite della ABC News Show per commentare, insieme ad altri ospite, le omofobe e assurde teorie pronunciate da Franklin Graham, figlio di un noto evangelista. L'uomo, dopo aver elogiato apertamente la politica anti-gay di Vladimir Putin e approvato le sue pene contro chi è accusato di propaganda omosessuale, ha dichiarato che, secondo lui, i genitori gay sarebbero interessati ad adottare dei bambini, semplicemente per trovare delle "reclute" e indirizzarli all'omosessualità.

foto-adozioni-gay. (1)

Ralph Reed ne ha approfittato per esprimere il proprio pensiero sull'argomento delle adozioni:

"La scienza sociale in questo è chiara. Non si tratta di Vladimir Putin, si tratta di ciò che è meglio per i bambini qui negli Stati Uniti . La scienza sociale è inconfutabile. Un bambino che cresce in una casa senza la madre e il padre presente sono nove volte più portati ad abbandonare la scuola superiore,cinque volte con più probabilità di finire in povertà e tre volte con maggiori possibilità finire dipendenti da droghe e alcol"

E per quanto riguarda la possibilità di affidarli ad una coppia di genitori dello stesso sesso?

"Penso che la legge abbia tutto il diritto di impostare un ideale. E l'ideale è una madre e un padre"

Il solito discorso che generalizza il tutto senza rendere conto del carattere e della personalità dei genitori. Uomo o donna che siano. Perché la cronaca, purtroppo, ce lo ricorda spessissimo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: