Il Sirenetto, la versione gay friendly di un classico

La Sirenetta è, secondo gli studiosi, un grido disperato di Andersen per l’impossibilità di vivere il suo amore nei confronti di un altro uomo.

Gli studiosi della vita e dell’opera di Hans Christian Andersen concordano nel sostenere che lo scrittore fosse bisessuale e che il racconto La Sirenetta in realtà non è altro che una storia di amore gay impossibile.

Secondo questa teoria, Andersen avrebbe scritto la storia come se fosse una lettera e l’avrebbe indirizzata a Eduard Collin, il suo amore più grande ma, ahimè, impossibile. Quando Andersen seppe che il suo amore segreto, Eduard Collin, aveva si era fidanzato con una donna, si fece coraggio e gli inviò il racconto de La Sirenetta, con una dedica: “Ti desidero come se tu fossi una bella ragazza della Calabria”. Nel ricevere il racconto e la dedica Eduard Collin si offese profondamente.

Per Andersen la storia della sirena era un modo di esprimere quello che sentiva dinanzi all’impossibilità di amare un uomo, così come la sirena non può stare insieme a un essere umano.

La Disney ha realizzato un celebre film – La Sirenetta, appunto – che ha avuto un suecco mondiale e, nel corso degli anni, sono state realizzate varie reinterpretazioni del film, in particolare dei suoi celebri temi musicali. Tra tutti quelli che girano in rete, in questi giorni è stato caricato su YouTube il video che vi proponiamo, del cantante, attore, ballerino e coreografo Chris Villain. Il titolo del video è Part of Your World.

Il Sirenetto, la versione gay friendly di un classico

Per chi fosse interessato ad altre interpretazioni del racconto di Andersen, segnaliamo che nel corso degli anni sono state avanzate varie ipotesi. La coda delle sirene, per esempio, secondo alcuni rappresenta la paura a lasciarsi portare dall’amore che si prova nei confronti di un altro uomo ma può anche rappresentare la castrazione di chi non vive pienamente il proprio orientamento sessuale. Il racconto, secondo alcuni, è una rappresentazione realistica dell’amore impossibile dinanzi alle convenzioni sociali. E ancora La Sirenetta sarebbe una sorta di inno per quanti sognano una vita libera dai condizionamenti della famiglia.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Ragap

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 37 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO