Griffe brasiliana definisce gay sia Cristiano Ronaldo che Maradona

Lo stilista, accusato di omofobia, difende la propria creazione dicendo che segue la linea irriverente della casa.

La firma brasiliana Sergio K. è al centro di una grossa polemica per via di alcune magliette ispirate al Campionato del Mondo di Calcio del 2014 che ha lanciato sul mercato. Le magliette, infatti, sono dedicate ad alcuni personaggi del mondo del calcio, e su alcune è scritto C. Ronaldo is gay oppure Maradona maricón (termine offensivo in spagnolo per indicare gli omosessuali). La collezione ha causato una vera e propria rivolta sui social network e sono fioccate anche delle denunce.

Lo stilista Sergio Luiz Kamalakian Savone, titolare della ditta, si è difeso dalle accuse in questo modo:

La collezione segue lo stile irriverente che caratterizza le creazioni della Sergio K. ed è stata disegnata per chi vuole tifare il Brasile ma non vuole indossare le magliette ufficiali della squadra. È una risposta a tutto quello che Maradona ha detto al Brasile e a Pelé.

Lo stilista si riferisce a quanto avvenuto nel 2009 quando Pelé aveva affermato che Maradona fosse un cattivo esempio per i giovani e Diego Armando di rimando aveva commentato: “Cosa volete che vi dica: lui ha perso la verginità con un uomo”, riferendosi a una voce che vuole che la prima esperienza sessuale di Pelé fosse avvenuta quando aveva quattordici anni e con un uomo più vecchio di lui.

Griffe brasiliana definisce gay sia Cristiano Ronaldo che Maradona

Sergio Luiz Kamalakian Savone ha poi spiegato che secondo lui le sue magliette non hanno nulla a che vedere con l’omofobia:

La collezione non è omofoba. Per me l’omofobia è ben altro: non assumere i gay, per esempio, oppure aggredirli. Le mie magliette non incitano certo alla violenza.

Oltre a Cristiano Ronaldo e a Maradona, la collezione di magliette provoca Mario Balotelli, Zidane e Lionel Messi. Ogni maglietta costa intorno a una sessantina di euro.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Anodis

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: