Carlo Giovanardi e l'ennesima invettiva contro i gay a La Zanzara

Per il ciclo "Chi l'avrebbe mai detto?"

[embed1]

Se vi dicessi che Carlo Giovanardi ha nuovamente tuonato contro il mondo gay sareste sicuramente sorpresi vero? Immagino già le mascelle spalancate e gli occhi sbarrati per la sorpresa. Eh. Però, è proprio così.

Il politico non ha perso l'occasione per dire ai microfono di La Zanzara la sua assoluta contrarietà alle adozioni gay. Una ipotesi che sembra solo folle poter discutere. E quale paragone ed esempio migliore se non indicare i genitori come due uomini con la barba, lo stesso nome e chiamarli mamma e papà apposta per rendere posticcio il discorso?

"Quando uno va a casa e trova un papà che si chiama Ugo e la mamma che si chiama Ugo ed entrambi hanno la barba, io dico solo: ma siete matti?”.

giovanardi

Una "pazzia" che in diversi Paesi del mondo è legge e ancora il mondo non è finito né l'Apocalisse sembra essere imminente. Eppure, non è finita qua. Perché se una coppia gay di due uomini volesse un figlio, lui vedrebbe nella madre surrogata addirittura "qualcuna da comprare, delle serve":

Alle ‘Invasioni Barbariche’ ho sentito il deputato Pd Ivan Scalfarotto che diceva di avere le gonadi e dunque di poter mettere al mondo dei bambini. Ma che cacchio dice? Nessuno gli ha detto: ma voi due, Ugo e Ugo, come fate a fare dei bambini? Appunto, andando a comprare le poveracce che devono fare la gestazione per loro, vanno a trovare delle schiave

E per concludere, la chiosa e il grido di divieto assoluto con imperativo finale che tanto vorrebbe sembrare imponente come tono:

"Scalfarotto dice che due uomini rivendicano il diritto di avere bambini, cose fuori dalla natura. E nelle scuole vanno a dare in mano ai bambini, come alla mia nipotina di 3 anni, un pinguino con le uova e dicono che da due pinguini maschi viene fuori l’uovo. Giù le mani dai bambini!"

Via | Il Fatto Quotidiano

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: