Ossessioni cinematografiche: Farley Granger, Senso e l’indimenticabile tenente Mahler

Farley Granger ed Alida Valli in Senso

Solo pochi giorni fa abbiamo parlato di Luchino Visconti nell’anniversario della sua nascita e proprio stasera Rai Storia gli dedica la prima serata con la messa in onda di uno dei suoi più grandi capolavori: Senso. Un affresco romantico ed appassionato - tratto dall'omonima novella di Boito - che vede un’Alida Valli commovente nella sua bellezza struggente, ad un soffio da quel declino che verrà poi inesorabile a stringerci il cuore; accanto a lei, un Farley Granger dal sorriso di irresistibile canaglia. Di uomo senza scrupoli ma dal tocco di velluto.

Un film cruciale del resto per la carriera dell’attore americano. Da allora in avanti infatti Granger resterà come impigliato nella splendida rete del film di Visconti. Per certi versi potremmo dire che la sua fama vivrà solo di quello, in America come in Europa. Per rinverdire l’interesse del pubblicò e dei media pubblicò poco prima di morire anche una biografia, dove ammetteva la sua bisessualità, i suoi tanti rapporti con uomini e donne famose, ma il suo nome, al di là delle storie d’amore e di letto, rimane indissolubilmente legato al ruolo del tenente Mahler. A quel seduttore spavaldo, ambiguo e gelidamente senza cuore inciso per sempre nel nostro immaginario collettivo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO