Mercedes de Acosta, l'amante delle dive

Mercedes De Acosta e Greta Garbo

Imparentata per via materna con i duchi d’Alba, Mercedes De Acosta crebbe in una casa sulla quarantasettesima strada a New York, frequentando le famiglie più importanti della città. I suoi vicini di casa, sistemati tra la cinquantesima e la sessantesima, erano, del resto, ex presidenti degli Stati uniti o industriali con patrimoni con così tanti zeri che uno finiva per non raccapezzarvisi più. Mentre la bellissima sorella Rita posava incessantemente per i più grandi ritrattisti del periodo, incluso il nostro Boldini e spendeva cifre folli in abiti e case, Mercedes si dedicava alla scrittura, alla poesia e naturalmente all’amore. Giovanissima divenne l’amante dell’attrice Tallulah Bankhead, poi di Isadora Duncan ed infine di un’altra grande diva di quegli anni Pola Negri, fidanzata ufficiale di Rodolfo Valentino. Una esistenza coraggiosa, spesa tra il teatro per cui scrisse diverse commedie e la passione per le donne.

La vera svolta però arrivò solo con Greta Garbo che Mercedes considerò sempre il grande amore della sua vita. Una relazione a fortune alterne interamente governata dai capricci dell’attrice che fredda e distaccata come vuole la leggenda metteva e toglieva la spina a proprio piacimento, seguendo - volubile come un cielo scandinavo- l’umore del momento. Quando negli anni sessanta Mercedes in grosse ristrettezze economiche pubblicò la sua autobiografia. Here lies the heart dove parlava delle sue tante relazioni, molti le voltarono repentinamente le spalle, così, quella che era stata considerata l’amante delle star, temuta e rispettatta da tutti, si spense sola e dimenticata nel 1968.

Via | Robertschanke

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO