Alessio Cuvello, Mister GAY 2012 parteciperà a Mister Gay Universe 2014

Il vincitore dell'edizione 2012 sarà tra i ragazzi in gara nel concorso

Si terrà a Parigi dall'11 al 17 maggio 2014 la prossima edizione di Mister Gay Universe e tra i partecipanti ci sarà anche Alessio Cuvello, nome già noto per aver vinto l'edizione 2012 di Mister Gay. Lo ha annunciato lui stesso e, ai tempi della sua vittoria, aveva ottenuto molta attenzione mediatica per il fatto di essere anche padre. Ricordiamo qualche passaggio di un'intervista di Alessio alla rivista Visto, dopo la sua elezione due anni fa.

Ho sempre saputo di essere gay. Ho conosciuto Alessandra, la mia ex moglie, cinque anni fa. Era una cliente della palestra che avevo aperto a Novara. È più grande di me di undici anni. Mi ha corteggiato pur sapendo che ero gay. Mi portava fuori a cena, mi riempiva di attenzioni. Ed è finita che mi sono innamorato. Dopo un mese siamo andati a vivere insieme, due mesi dopo ci siamo sposati. Poi è nato Mattia, nostro figlio, che oggi ha quattro anni [ai tempi, ndr]

Poi, però, col passare del tempo, le cose sono diventate meno semplici da sostenere:

"Il momento in cui è stato necessario confessare ad Alessandra che sentivo il desiderio di tradirla con un ragazzo. Da quel momento ci siamo lasciati, e ho iniziato ad avere di nuovo relazioni con uomini. Lei che è una donna intelligente e fantastica, nonostante il dolore, ha capito e ci siamo separati in modo consensuale, senza rancori"

Alessio ha raccontato di aver capito fin da ragazzino di essere gay e che ha vissuto con i nonni materni perché i genitori non li vedeva da tanti anni. Stanco dei soprusi, un giorno raccontò ai nonni di essere gay e loro lo cacciarono di casa. Andò a Milano in treno e conobbe un ragazzo più grande di lui che decise di ospitarlo e con cui ebbe una storia lunga. Iniziò a lavorare e ad andare in palestra per poi tornare a Novara -conclusa la storia- per aprire la sua palestra. Ed è proprio lì che incontrò Alessandra.

gay

Infine, un pensiero a suo figlio quando sarà grande e saprà la verità sui suoi genitori:

"Oggi che siamo separati ci siamo accordati per un affidamento congiunto e quando sono insieme con mio figlio sono felicissimo. Cerco di dare il meglio di me. Sempre. Poi ovvio che un giorno dovrò dirgli che ha un padre gay. Ma gli insegnerò che gli altri bambini a scuola non sono diversi e che io non sono un padre diverso, né malato ma semplicemente un uomo con gusti sessuale differenti. Avere un bambino naturale per me è una grande fortuna. Un dono. Sono infatti contrario alle adozioni o ai figli in provetta. E la notizia di questa mia vittoria a Mister Gay Italia spero raggiunga mio padre e mia madre"

Via | Visto

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 41 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO