Russia, denunciato l'uomo che voleva bruciare vivi i gay

Un attivista gay ha deciso di portare in tribunale l'uomo

La notizia risale a dicembre 2013. Ivan Okhlobistin è una celebrità in Russia, conduttore di programmi tv. E proprio in un'intervista di fine anno, aveva rilasciato una dichiarazione shock sugli omosessuali:

“Li metterei tutti vivi nel forno… Sono un pericolo vivente per i miei figli”

Dopo aver augurato una simile morte, ha anche spiegato che ai gay dovrebbe essere tolto qualsiasi diritto possibile. Anche quello di esprimere le proprie preferenze alle urne. Perché inadatti a farlo a causa di una anomalia psichica.

Esasperato da questi commenti, l'attivista gay Nikolay Baye ha sporto denuncia contro l'uomo, alla Corte Distrettuale di Mosca e la prima udienza è fissata per il 17 febbraio 2014. Bayev ha lamentato al giudice che le osservazioni di Okhlobystin hanno provocato in lui sentimenti di paura, turbamento e inferiorità e ha anche chiesto ai pubblici ministeri russi di accusarlo di estremismo.

Secondo RT.com , Bayev ha lamentato al giudice che le osservazioni del Okhlobystin ' lui causato sentimenti di paura , turbamento e di inferiorità , ' e ha anche chiesto i pubblici ministeri russi per accusarlo di ' estremismo ' anche se sono ancora a farlo .

Bayev vuole che il giudice ordini a Okhlobystin di chiedere scusa alla comunità LGBTI della Russia per i commenti e che gli versi 30.000 rubli ( circa $900) per danni. Ha aggiunto che è conscio che difficilmente riuscirà ad ottenere giustizia dal tribunale russo ma spera di utilizzare il caso per impugnare la questione alla Corte europea dei diritti dell'uomo.

Il colmo di questa vicenda? L'omofobo Okhlobystin ha minacciato di fargli causa per aver insultato i suoi sentimenti religiosi e ha detto che lui non parteciperà alla causa di Bayev .

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail