Nigeria, abbandona il suo gattino perché gay: "Non so più che farmene"

Vuole disfarsi del suo gattino perché gay

gatto

Non è una barzelletta, purtroppo, e ha fatto pure il giro di tutta l'Africa: in Nigeria una donna sulla quale si sa ben poco ha deciso di dar via il suo gattino, dopo aver notato in lui dei comportamenti sospetti. Le dinamiche della vicenda non sono chiare: dopo averlo preso con sé, la nigeriana ha scoperto che il gattino aveva un "comportamento sessuale innaturale" in ben sette anni di vita - quelli in cui la padrona e l'animale gay sono stati insieme.

Non avete preso un abbaglio e ciò che avete letto non è stato inventato di sana pianta: Bull faceva soltanto avance omosessuali, anche in presenza di gatti maschi, e questo ha spinto la donna a dichiarazioni sconcertanti:

"Chiunque sia interessato a questo gatto gay - queste, le sue parole - può prenderselo perché io non so più cosa farmene".

Tutta la stampa ne ha parlato e Gay Star News ha fatto notare che, qualora fosse una bufala, sarebbe comunque indizio di profonda omofobia da parte della società nigeriana e africana in generale, perché pare che quasi tutti abbiano appoggiato in pieno la scelta della donna.

Per noi, il comportamento della signora è assurdo: l'omofobia rende chiunque non solo pericoloso - basti vedere cosa accade in Russia e pure in Italia (specialmente a Roma) - ma anche ridicolo. Questa gente non sa che l'omossessualità è data per certa nel mondo animale? E, poi, dopo ben sette anni di convivenza, si può mai arrivare a sbarazzarsi di un gattino perché gay? Preghiamo per questa donna: che qualcuno la aiuti.

Via | Gay.it

  • shares
  • Mail