Elton John contro l'omofobia di Putin

Il cantante ha sottolineato la presenza di discriminazioni e omofobia nelle leggi del Paese

Elton_John_padre

Pochi giorni fa aveva fatto discutere la dichiarazione di Vladimir Putin nei confronti di Elton John. Il Presidente russo ha lodato la professionalità del cantante, ribadendo il benvenuto nel loro Paese, ma non perdendo l'occasione per sottolineare, ancora una volta, l'omosessualità come un difetto, un peccato 'di forma'.

"E’ una persona eccezionale e un musicista eccezionale. Milioni di russi lo amano sinceramente , nonostante il suo orientamento sessuale"

Ed Elton John, proprio durante il suo soggiorno in occasione del recente concerto a Mosca, ha voluto evidenziare ancora una volta l'omofobia presente, raccontando come abbia vissuto questa emozioni e sensazioni grazie al racconto delle persone che ha incontrato durante la sua visita:

"La gente che ho incontrato sono gay e lesbiche di 20, 30 e 40 anni e mi hanno raccontato storie sulle minacce che hanno ricevuto da parte di gruppi di vigilanti che si sono offerti di 'curarli' per la loro omosessualità"

E ha specificato che proprio la legge contro la Propaganda gay, voluta in prima persona da Putin stesso, ha permesso la nascita di vere e proprie fazioni d'odio contro l'omosessualità, creando seri problemi al mondo Lgbt:

"Ognuno ha storie di abusi verbali e fisici da condividere, al lavoro, nei bar e nei ristoranti"

Via | Ansa

  • shares
  • Mail