L'amore lesbo continua dopo la morte e sfida gli Usa

donna lesbica contro gli Usa

Alisha Brennon e Christina Santiago si amavano. Le due donne si erano anche unite grazie alla legge dello stato dell'Illinois. Ma la loro storia non ha avuto un lieto fine: Christina è morta durante un concerto dei Sugarland a Indianapolis. Il palco è crollato e se Alisha si è ferita gravemente, per la compagna non c'è stato nulla da fare.

Ed è qua che si è aperta la battaglia legale 'contro gli Usa'. Alisha vuole creare un precedente e chiede il pieno risarcimento dei danni. Il problema nasce però dal fatto che l'Indiana non riconosce le due donne legate civilmente e quindi potrebbe non ritenere di dover versare i danni e riconoscere la perdita alla donna:

"Anche se la coppia di Chicago aveva formato una unione civile in Illinois, i tribunali in Indiana determineranno se Brennon abbia il diritto di ottenere compensazione per la morte del coniuge. La causa evidenzia una nuova contraddizione causata dal patchwork di leggi sui diritti dei gay e delle lesbiche a sposarsi o a formare unioni civili."

Questo caso di cronaca sta interessando il Paese intero e le parole dell'avvocato di Alisha sono il simbolo di tutte le contraddizioni che ancora oggi esistono:

"È curioso che in Illinois, e in altri stati, la tua unione sia riconosciuta e tu sei trattato con un qualche tipo di uguaglianza. Poi viaggi oltre il confine e diventi una nonpersona"

Via | Giornalettismo

  • shares
  • Mail