Sochi 2014: l'ironia sulla propaganda gay nella foto con due bagni vicini

Una foto pubblicata sul web è diventata improvvisamente virale

Twin_Toilets_Russia

Russia e omofobia. Il classico binomio di cui abbiamo parlato spesso, come purtroppo, avverrà fino a quando esisterà la legge contro la Propaganda gay. Parlare pubblicamente di omosessualità, rappresentarla o addirittura scriverne potrebbe costare caro (letteralmente) al singolo individuo che potrebbe incappare in una multa e, nei casi più gravi, addirittura con l'arresto.

Una decisione che ha fatto discutere e che indigna ma, purtroppo, non appare essere annullata o modificata. E l'attenzione mediatica è ancora più alta in questi mesi, proprio a causa della presenza dei Giochi Invernali, che inizieranno a febbraio, e che vedono il timore della popolazione Lgbt, letteralmente perseguitata dalla politica del Paese.

Nelle ultime ore, su Twitter, ha fatto sorridere lo scatto autentico di un bagno pubblico per le Olimpiadi di Sochi. Due wc vicini l'uno con l'altro, in una dimensione di intimità decisamente assurda e soprattutto fuori luogo, visto il momento dell'utilizzo.

Lo ha postato online il corrispondente della BBC Steve Reosenger, mentre sono iniziati a piovere commenti ironici sulla questione. C'è infatti chi, in maniera sagace e pungente, ha chiesto se non si tratti di una trappola della legge contro la Propaganda gay:

"Si tratta di un'azione da parte della Russia per intrappolare gli sportivi gay?"

In apertura post potete trovare la foto "incriminata"

  • shares
  • Mail