Hugh Laurie boicotta la vodka russa per sostenere i diritti Lgbt

L'attore ha annunciato la sua decisione via Twitter

Hugh Laurie

Hugh Laurie ha deciso di boicottare la vodka russa a causa del trattamento degli omosessuali nel Paese. Come segnale di protesta, consumerà solamente quella di origine polacca.

Lo ha rivelato attraverso Twitter, spiegando che il suo gesto è proprio per reazione dopo l'infelice frase del Presidente Putin sugli omosessuali "accettati" in Russia solamente se lasceranno stare i bambini.

“I gay a Sochi possono sentirsi al sicuro, stare calmi, ma per cortesia devono lasciare in pace i bambini”

Un confronto e un binomio errato e offensivo che mostra ancora più una volta l'omofobia dell'uomo.

"Sì , va bene, la vodka russa è ok, necessaria solo per pulire il forno. Per bere, deve ormai essere polacca"

Non sono mancate le polemiche per questa sua frase -poi ritrattata- soprattutto rinfacciando al cantante i numerosi concerti tenuti nel Paese e i soldi che ha guadagnato grazie a queste esibizioni in Russia.

Qui sotto, un video caricato che mostra l'attore insieme alla sua band impegnato in un concerto proprio nel territorio:

Via | GayStarNews

  • shares
  • Mail