Il presidente dell'Uganda non firma la legge contro l'omosessualità

Dopo essersi preso un periodo di riflessione, il presidente dell'Uganda ha deciso di non firmare la legge che condanna l'omosessualità. Ma i motivi non sono certo così nobili...

Il presidente dell’Uganda sta pensando di rinviare la legge anti-gay al Parlamento?

Il presidente dell'Uganda, Yoweri Museveni, non ha firmato la nuova controversa legge approvata dal Parlamento che prevede il carcere a vita per donne e uomini omosessuali. Dopo un periodo di riflessione per decidere se promulgare o meno la legge, il presidente ha deciso di rimandarla al Parlamento. Secondo Museveni, infatti, ci sono modi migliori per “salvare” le persone dalla loro omosessualità

Stando a quanto riporta il quotidiano Daily Monitor, il presidente ha scritto ai parlamentari e ha sostenuto che, se la legge fosse passata, i gay avrebbero vissuto il proprio orientamento sessuale nel nascondimento e avrebbero continuato ad avere rapporti omosessuali – tanto maschili quanto femminili – per motivi mercenari.

Ha aggiunto il presidente Museveni nella lettera inviata al Parlamento:

La questione al centro del dibattito sull'omosessualità riguarda il seguente punto: come dobbiamo comportarci con una persona anormale? La uccidiamo? La mettiamo in carcere? O, al contrario, ce ne occupiamo?

Sulla stessa lunghezza d’onda era il Primo Ministro dell’Uganda, Amama Mbazazi, che, proprio qualche giorno fa, ha affermato che non è corretto il carcere per le persone omosessuali, in quanto sono “anormali” e l’anormalità va curata, non messa in carcre.

Nella stessa missiva, Yoweri Museveni, sostiene che gli uomini sono gay per denaro, mentre le donne diventano lesbiche per via della loro “fame sessuale”. E poi ha chiosato:

Non si può definire anomalo un orientamento sessuale alternativo. Potrebbe essere che le società occidentali, per via del loro disordine sessuale, abbiano generato diverse persone anomale.

Dopo queste dichiarazioni, è ben magra la consolazione per il fatto che la legge non sia stata promulgata...

Via | Pinknews

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail