Glacier, nuovo video di John Grant, è un omaggio alla lotta per i diritti gay

In Glacier il musicista e cantautore John Grant ripercorre la storia del movimento LGBT negli USA.

John Grant – uno dei migliori musicisti e cantautori statunitensi del momento (se volete conoscerlo meglio, gli amici di Sounsdblog l'hanno intervistato) – è gay dichiarato e sieropositivo e ha dedicato la canzone Glacier e il video relativo a tutti coloro che criticano sempre e comunque la comunità LGBT.

Glacier si concentra su quel danno che possono farci coloro che ci giudicano senza conoscerci: è una sorta di inno gay, che ha accenni di speranza nel ritornello. Glacier fa parte di Pale Green Ghosts, secondo album da solista di John Grant. Lo stesso cantautore afferma che Glacier è ispirata alla sua lotta per accettare la propria omosessualità, come “un canto al dolore dell’essere umano”. Secondo Grant, questa sarebbe stata la canzone che egli avrebbe voluto ascoltare da giovane:

Magari avrei potuto ascoltare qualcuno raccontare come il fatto di essere gay non mi rendeva certamente meno uomo delle altre persone. Ci vuole molto, molto tempo per superare questi danni.

Così confessava la scorsa estate John Grant nel corso di un’intervista con HIV Plus.

Il video Glacier passa in rassegna i momenti principali della storia dei diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali negli Stati Uniti d’America con foto, filmati, manifestazioni, spezzoni televisivi, titoli di giornali… Un modo interessante per gettare uno sguardo ampio alla storia LGBT negli USA.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail