Omosessualità, coming out e omofobia nel nuovo romanzo di Caterina Saracino

Nel romanzo “La luce giusta cade di rado”, Caterina Saracino ci racconta la storia di Thomas che nasconde il proprio orientamento sessuale, fino a quando...

Caterina Saracino, La luce giusta cade di rado

Caterina Saracino

– autrice che qui su Queerblog avevamo già apprezzato qualche anno fa grazie al suo romanzo Il giardino irraggiungibile in cui raccontava, tra le altre, la storia di una coppia gay – è di nuovo in libreria con il titolo La luce giusta cade di rado.

In questo suo nuovo romanzo, Caterina Saracino si focalizza sul tema dell’omosessualità e dell’omofobia e ci narra tre storie, tra cui quella di Thomas Molinari, ragazzo che ha tenuto nascosta a tutti (in primis alla famiglia) la propria omosessualità. Ma non si può tenere nascosto per sempre chi si è veramente, così l’orientamento sessuale di Thomas verrà fuori, con grande clamore mediatico, durante un reality show. Tutta gloria, quindi? No, perché Thomas, finito in balia del cinismo della stampa e della cattiveria degli omofobi, subirà un'aggressione drammatica che cambierà per sempre il corso della sua vita.

Caterina Saracino ha lavorato per molto tempo a questo testo, come lei stessa ci ha raccontato:

La prima stesura de "La luce giusta cade di rado" risale a due anni fa, in un periodo in cui ero immersa in letture riguardanti l'autismo e l'omosessualità, due tematiche che per vari motivi hanno sempre fatto presa su di me. È così che sono nati i protagonisti del libro, tre fratelli che giorno dopo giorno si trovano a fronteggiare la propria fragilità: Asia ha un rapporto malato con la sessualità, Emma è autistica e Thomas vive nascosto dentro se stesso, soffocando la consapevolezza di essere omosessuale. E la fragilità, di qualunque tipo essa sia, si accompagna spesso al terrore che suscita negli altri, nella “società”, che poi ha un nome falso, perché implica un concetto di comunione che in realtà latita. Nel romanzo questa “società” è l'antagonista principale, insieme ai mass media.

Per quel che riguarda in particolare l’omosessualità, Caterina – che è una zelante fan di Queerblog! – ci ha detto:

Rispetto al tema che riguarda più da vicino Queerblog, condivido con tutto il cuore le battaglie per i diritti degli omosessuali, perché l'amore dovrebbe essere incoraggiato e tutelato, sempre e comunque, e non ostacolato da leggi anacronistiche e farisee. Ma, tralasciando le leggi, quello che più mi interessava, scrivendo il libro, era evidenziare la follia dell'omofobia. Ho scelto un'iperbole, per così dire, ma purtroppo non mi sono allontanata molto dalla realtà.

Infine, chiosa:

Non scrivo romanzi con la presunzione di lanciare dei messaggi sociali, ma quando un argomento mi sta così a cuore sono gli stessi personaggi che sembrano lanciare un grido al lettore.

Caterina Saracino
La luce giusta cade di rado
Eiffel edizioni, 2014
pp 208, euro 13

  • shares
  • Mail