Ray Bourbon, dai lustrini al carcere per omicidio

Attore di vaudeville e drag queen ante-litteram nell' America degli anni venti e trenta, Ray Bourbon si inventò un passato importante, anche se del tutto improbabile.

Ray Bourbon

La figura mossa e colorata, scoppiettante e vivace di Ray Bourbon ha anche un profondo chiaroscuro. Una zona cupa, d'ombra che include anche un omicidio ed il carcere. Difficile ricostruire anche il suo passato. Abilissimo affabulatore, Ray Borboun rimescolava continuamente le carte, incantando le platee con le sue strampalate dichiarazioni (dall'essere stato la famosa 'Señora Diablo', amica di Pancho Villa alla sua discendenza reale da Francesco Giuseppe d'Austria e Luisa di Borbone)

L'unica cosa certa in questo calderone di notizie e aneddoti più falsi che veri è che Borubon fu una celebre drag queen, un attore di vaudoville che in abiti femminili attraversò gli Stai Uniti in lungo ed in largo, esibendosi ovunque con grande successo.

Anche la vita privata dell'attore rispecchiava del resto questo suo temperamento dalla tante sfaccettature. Due moglie, diversi amori omosessuali ed un figlio diventano qui le probabili tessere di un'inquietudine che lo portò ad essere invischiato, ultrasessantenne, nel pestaggio, finito poi in omicidio, del proprietario di un canile di cui l'attore voleva vendicarsi o meglio ancora vendicare i propri cani ceduti ad un centro di ricerca. Processato, Ray Bourbon morì in carcere poco dopo la condanna a novant'anni di reclusione.

  • shares
  • Mail