Per Isabel Allende è ora di una nuova definizione di famiglia

La scrittrice Isabel Allende ritiene che la famiglia moderna si stia sempre più lasciando alle spalle le definizioni finora considerate valide per andare verso un futuro dalle mille sfumature.

Per Isabel Allende è ora di una nuova definizione di famiglia

Per Isabel Allende l’idea moderna della famiglia sperimenta continui cambiamenti e sta lasciandosi alle spalle concezioni tradizionali e questo lancia una sfida alle leggi e alle organizzazioni di molte culture che, in alcuni casi, la raccolgono, mentre in altri si ostinano nel non volerne sapere.

La famosa scrittrice cilena – le cui opere sono stata tradotte in oltre trentacinque lingue – ritiene che la famiglia oggi sia molto più flessibile rispetto al passato. In una intervista televisiva, Isabel Allende ha raccontato come nella sua stessa famiglia una nipote da parte di marito è stata adottata da una coppia lesbica, “le due donne più speciali di tutta la Terra: una delle due è monaca buddista e l’altra medico”. Poi ha aggiunto:

Nella mia famiglia c’è di tutto: persone di ogni età, di tutte le razze e orientamenti possibili e immaginabili. Credo che questa sia la famiglia oggi. La famiglia moderna si organizza in maniera diversa e la vecchia definizione di famiglia eterosessuale con padre e madre e con qualche figlio non è più applicabile. La cosa importante è che esista una comunità di persone che si aiuti vicendevolmente e che si ami.

La scrittrice, poi, è orgogliosa di vivere a San Francisco, per via del fatto che in quella città si celebrano i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Nel frattempo, qui in Italia... ops, in Vaticano, monsignor Vincenzo Paglia sostiene che quelle gay non possono essere definite famiglie. Proponiamo uno scambio Allende-Paglia?

Via | Anodis

  • shares
  • Mail