Anche Carlo Giovanardi contro le unioni civili di Renzi (nulla di nuovo sotto il sole)

Carlo Giovanardi ha detto la sua in merito alle unioni civili proposte da Renzi. Indovinate un po' come si pone il senatore del Ncd?

foto carlo giovanardi

Poteva Carlo Giovanardi non dire la sua sul discorso unioni civili che sta agitando in queste ore la politica italiana? Certo che no! E infatti Giovanardi ha detto all’Agenzia Dire:

Un governo che deve durare un anno non si può impicciare e discutere del matrimonio gay. Ci sono dei limiti costituzionali invalicabili. Noi faremo le barricate alla proposta di Renzi sulle Unioni civili: se insiste sarà un pretesto per andare alle elezioni.

Carlo Giovanardi – che, lo ricordiamo, è un senatore del Nuovo Centrodestra – sostiene che quello che vuole Renzi è un fac-simile del matrimonio gay e per fare questo, secondo lui, bisogna cambiare la Costituzione. Giovanardi, poi, ricorda anche il suo disegno di legge sul contratto di convivenza e solidarietà: per il senatore questa è la soluzione a tutti i problemi. Quel disegno di legge giace a Palazzo Madama da due legislature e per Giovanardi:

risolve tutti i problemi patrimoniali e burocratici che le associazioni omosessuali lamentano da anni e non va a guardare che tipo di coppia riguarda. È per tutti: per il parroco e la perpetua come per due vedove che vivono insieme. Su tutto il resto non ci stiamo.

Giovanardi è fermamente contrario alla proposta di Renzi perché il tipo di unioni civili che viene proposto “si porta dietro le adozioni”:

La parte contraente è considerata genitore del figlio dell’altra parte anche quando il concepimento avviene mediante il ricorso a tecniche di riproduzione medicalmente assistita. [Inoltre0] la parte dell’unione civile può adottare il figlio minore anche adottivo dell’altra parte dell’unione.

Infine, stando a Carlo Giovanardi, la norma in questione introdurrebbe in Italia “la pratica dell’utero in affitto”, e

avremmo la donna che vende l’ovulo, quella che fa la gestazione e i due contraenti. Questioni gigantesche di cui questo governo non deve occuparsi.

Questioni grandi, è vero: ma sono quelle di cui un governo si deve preoccupare, checché ne dica Giovanardi.

Via | GayNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: