Angelino Alfano chiude del tutto sulle unioni civili

Intervistato dal TG2, Angelino Alfano spranga la porta ai diritti umani nel nostro paese.

Angelino Alfano

Matteo Renzi, come è noto, ha lanciato la proposta di inserire una legge che regoli le unioni civili nel “patto di coalizione” che sarà deciso in questo mese di gennaio. Subito Roberto Formigoni ha detto che non se ne parla, seguito a ruota dal ministro Maurizio Lupi. Poi oggi al TG2 è intervenuto anche il leader del Nuovo Centrodestra, vale a dire Angelino Alfano che in più di un’occasione ha fatto sapere come la pensa in merito. Oggi ha affermato:

Non si può pensare alle unioni civili senza pensare prima alle famiglie.

Una frase messa lì come un’epigrafe che mostra, ancora una volta, quanta confusione ci sia in merito da parte dei politici che ci governano. Le famiglie non escludono le unioni civili e queste non escludono quelle; nemmeno il matrimonio per tutti va a deterioramento delle famiglie tradizionali, ma figurarsi se i nostri politici avranno mai il coraggio di pronunciare le due paroline di “matrimonio ugualitario”. Inoltre, come nota Giornalettismo, sarebbe il caso di ricordare ad Angelino Alfano:

che gli ultimi tre governi, nei quali lui ha occupato poltrone in due su tre con la nonchalance di chi sta sempre lì senza fare niente, hanno falcidiato risparmi, risorse e opportunità delle famiglie che lui vorrebbe difendere, senza che sia stato attuata nessuna delle promesse che hanno portato in parlamento Alfano & Co.

Ci si riempie la bocca di proclami – come fanno molti politici… anzi tutti, da destra a sinistra passando per il M5S – e poi di fatto non si conclude nulla.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: