La colonna di Sigismondo a Varsavia ed il grande amore del principe Stanislao per Adam Kazanowski 

La colonna di Sigismondo, uno dei simboli della città di Varsavia, nasconde in realtà la storia di un grande amore omosessuale ed il conflitto tra il principe Ladislao e suo padre, re Sigismondo III.

La colonna di Sigismondo

Alla base di questa profonda incomprensione, come dicevamo nell'occhiello, la passione del giovane principe per l'aitante ed irresistibile Adam Kazanowski ed il palazzo di Bobola che il re aveva acquistato come dono per il figlio. Un palazzo che Sigismondo aveva trasformato in una delle residenze più belle d'Europa con lo scopo di facilitare l'ascesa di Ladislao al trono polacco, ma il giovane e focoso principe follemente innamorato di Adam Kazanowski pensò bene di farne a sua volta dono all' amante.

Un gesto eclatante che scatenò l'ira del sovrano e forse la sua morte (che ci dicono le cronache fu improvvisa). Il giovane principe divorato dai rimorsi decise allora di fare erigere in memoria del padre la celebre colonna di Sigismondo. Un desiderio che venne osteggiato sia dalla nobiltà che dalla Chiesa che lo considerava un gesto pagano. Qualcuno arrivò persino ad installare una statua della Madonna sul luogo prestabilito pur di scoraggiare il re sodomita (come veniva in modo sprezzante chiamato dagli avversari)

Tutto fu vano, il nuovo re riuscì caparbiamente nel suo intento e la colonna oggi svetta alta e superba nella città di Varsavia. Simbolo di una tenera ma sofferta pacificazione.

Via | Queerhistory

  • shares
  • Mail