Asia Pink Awards 2014: un concorso per celebrare un’Asia plurale

Al via in Asia un premio – per singoli e ditte – per valorizzare la diversità e la pluralità.

Asia Pink Awards 2014: un concorso per celebrare un’Asia plurale

Con il sostegno di ILGA, Element Magazine lancia gli Asia Pink Awards 2014, per rendere omaggio e dare visibilità a singoli e imprese che hanno attivamente promosso la diversità e l’accettazione sociale della comunità LGBTQI nella regione asiatica. Le premiazioni si terranno a Singapore nel prossimo mese di marzo e la giuria è già al lavoro su una lista di nomine che comprendono sia singoli (tra cui figura, per esempio, George Takei) che ditte (tra cui troviamo IKEA, Barclays, Google, IBM, Goldman Sachs, J.P.Morgan)

Interessanti i nomi della giuria, un pannello composto da nomi di prestigio internazionale, tra cui figurano Geng Le, fondatore e amministratore delegato del portale news LGBT più grande della Cina, Danlan.org; Leow Yangfa, Editore di I Will Survive, una raccolta di racconti personali di gay, lesbiche, bisessuali e transgender di Singapore; Tris Reid-Smith, Editore e cofondatore di Gay Star News.

Del resto la pluralità è una risorsa per tutti e un continente come quello asiatico, ricco di culture e diversità, ha molto da offrire a tutto il mondo – non solo a quello della comunità lesbica, gay, bisessuale e transessuale – in tema di accoglienza e cooperazione. Un premio come quello degli Asia Pink Awards 2014 ha l’indubbio valore di far conoscere al mondo le risorse di quel continente, al di là degli stereotipi.

  • shares
  • Mail