G.B.F. il film vietato per la tematica gay?

Polemiche da parte del regista della pellicola

Negli Usa, uscirà nei cinema il prossimo 17 gennaio 2014 ma ha già ottenuto attenzione mediatica per via delle polemiche messe in moto dal regista del film. La questione è nata in seguito alla decisione, da parte della Commissione che valuta i film, di bollare G.B.F come rating R.

Questa decisione comporta un rischio di incassi inferiori alle aspettative, soprattutto perché significa che le persone che possono andare a vedere il film devono almeno avere 17 anni o, in caso contrario, essere accompagnati dai rispettivi genitori o da un adulto. E siccome il film parla proprio di adolescenti e mira a quel genere di pubblico, potrebbe risentire seriamente della decisione.

Inoltre, il regista del film, è certo che i motivi della scelta si nascondano proprio nella tematica Lgbt narrata. Al centro della trama, infatti, viene raccontata la sfida fra tre ragazze popolari nel riuscire ad avere il proprio "Miglior amico gay". Una storia ironica, tagliente e piena di ironia che è stata anche apprezzata dalla critica nelle proiezioni in anteprima.

Non ci sono scene di nudità, semplicemente qualche bacio tra giovani ragazzi gay. E secondo il regista del film è proprio questo il motivo di tale censura.

In apertura post potete vedere il trailer del film, in uscita a gennaio 2014 in America e ancora senza una data o una eventuale distribuzione nel nostro Paese.

Che ve ne pare?

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO