Storia di un fotografo: Horst P. Horst, dalle braccia di Visconti a Vogue di Madonna

Storia di un fotografo: Horst P. Horst, dalle braccia di Visconti a Vogue di Madonna

Horst P. Horst è stato uno dei più grandi fotografi di moda che siano mai apparsi su questo pianeta. Benché di origini tedesche, la sua carriera iniziò a Parigi nei primissimi anni ‘30 grazie ad una collaborazione prestigiosissima: quella con Vogue Francia. Un’ascesa inarrestabile che lo vide affermarsi prima con una personale, recensita nientemeno che da Janet Flanner per il New Yorker, poi con un ritratto fotografico di Bette Davis che portò naturalmente le sue quotazioni alle stelle. Molte celebrità vollero allora essere ritratte da lui, da Marlene Dietrich ad Elsa Schiapparelli, a tutte le first lady d’America. Anni favolosi in cui anche la sua vita privata andava a gonfie vele. Dopo un breve flirt con Luchino Visconti, Horst ed il compagno, il diplomatico inglese Valentine Lawford, si trasferirono in America, dove vissero in pratica fino alla morte del fotografo avvenuta nel 1999.

Fu un lungo periodo felice quello americano, sia sotto il profilo squisitamente personale (la coppia adottò anche un figlio) che professionale (celeberrimo il sodalizio con Coco Chanel che Horst amava chiamava la regina di tutto). La sua influenza sul mondo della moda e del costume fu tale, non dimentichiamolo, che David Fincher per il video di Vogue, successo di Madonna dei primi anni ’90, adottò proprio l’inconfondibile e drammatico chiaroscuro creato dal fotografo per le sue celebri foto, omaggiandolo, tra l’altro, anche con la famosa ed indimenticabile sequenza del corsetto. Eccovi ora una piccola gallery con cui desideriamo ricordarlo.

Storia di un fotografo: Horst P. Horst, dalle braccia di Visconti a Vogue di Madonna
Storia di un fotografo: Horst P. Horst, dalle braccia di Visconti a Vogue di Madonna
Storia di un fotografo: Horst P. Horst, dalle braccia di Visconti a Vogue di Madonna

Via | Bandofthebes

  • shares
  • +1
  • Mail