Vanity Fair: Checco Zalone chiede scusa a Tiziano Ferro per la sua parodia gay

checco zalone su vanity fairChecco Zalone è stato intervistato da Vanity Fair (come potete vedere dalla copertina ad apertura post) e ha affrontato, tra i vari argomenti, anche il tema dell'omosessualità e delle sue imitazioni, che a volte hanno provocato rabbia o nervosismo. E chiede apertamente scusa ad una 'vittima' delle sue parodie: Tiziano Ferro

"Sì, c'è qualcuno che si è arrabbiato della presa in giro: Tiziano Ferro. Quando portai a Zelig la sua parodia, non aveva ancora fatto coming out, e io, forse, ero l'unico a sapere che fosse gay. Ci andai giù un po' troppo pesante e lui si arrabbiò moltissimo. Se ho ferito la sua sensibilità, comunque, gli chiedo scusa"

E quella a Nichi Vendola? Il politico non se l'è presa? Ammettere di aver esagerato è comunque un segno di intelligenza... Se volete rivedere il video parodia del Presidente Nazionale di Ecologia e Libertà, potete cliccare qui.

Come avete visto le sue parodie o imitazione del mondo gay? Anche nel suo primo film "Cado dalle nubi" c'è un personaggio omosessuale. Vi siete divertiti o le avete trovate fastidiose?

Via | Vanity Fair

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: