Claudia Mori parla dell'omosessualità della figlia Rosalinda Celentano e dell'affetto per lei

Le belle parole dell'attrice nei confronti della figlia

claudia-mori-x-factor

Rosalinda Celentano ha raccontato, sulle pagine di Vanity Fair, del suo amore con Simona Borioni, 40 anni, e del sogno di potersi sposare. E oggi, sul Corriere, ecco invece un'intervista alla madre, Claudia Mori, una donna elegante, riservata, ben lontana dal clamore e dai pettegolezzi della carta stampata.

La moglie di Adriano Celentano ha deciso di parlare dell'omosessualità per "essere d’aiuto a genitori e figli che dovessero trovarsi nella stessa situazione"

Claudia ha visto, da adolescente, la figlia mentre si baciava con un'altra ragazza ("Per la verità io allora interpretai la cosa come un’ingenuità tra ragazze. Una “bravata”, quasi."). Vi fu sorpresa

...ma niente di più. E non perché volessi scacciare l’idea che Rosalinda potesse essere attratta dalle donne. Non cambiò in alcun modo il rapporto con lei

Ne parlò con la sorella maggiore Rosita, per uno scambio di idee:

"Ne ho parlato subito a Rosita (la figlia più grande, ndr ) che sul momento ha negato. Ma presto ha iniziato a farmi domande: “Mamma ma anche se fosse, cosa ci sarebbe di grave? Non è importante solo la sua felicità?”. Rosita è stata ed è una sorella meravigliosa, ha avuto un ruolo importante nel percorso di Rosalinda. Con Adriano ne ho parlato un po’ dopo. (...) Come molti genitori abbiamo pensato e temuto che la vita sarebbe potuta essere più difficile per l’ignoranza e le discriminazioni, ormai parti imperanti di questa orrenda società becera. Ma le nostre reazioni e sentimenti partivano sempre dalla condanna di qualsiasi pregiudizio. Non voglio dire e far credere che sia stato tutto così automatico e logico, sarei bugiarda. Anche noi abbiamo avuto dei momenti cupi ma non ci siamo mai chiusi nel silenzio, nel “far finta di niente”... mai"

E anche Adriano Celentano, il padre, ha reagito bene ("È stato fantastico perché ha aggiunto amore e attenzioni a quelle per sua natura già molto presenti"). Infine, proprio in questi ultimi tempi, la Mori ha deciso di confrontarsi ancora più apertamente con la figlia e di affrontare il discorso per vederla felici e serena:

"Recentemente, d’accordo con Adriano, ho deciso di parlarle apertamente, dicendole che per noi non sarebbe cambiato nulla sapendo dei suoi orientamenti sessuali. Lei sarebbe rimasta la nostra figlia amorosa di sempre, che vorremmo vedere più felice e serena perché la nostra felicità è direttamente legata alla sua. Vorrei solo averlo fatto prima. E penso che comunque Rosalinda abbia fatto benissimo a rivelare la sua natura: non è una malattia o un errore che andrebbe “corretto”. Sono altre le tendenze da correggere!"

Un consiglio per gli altri genitori?

"Non sono capace di dare consigli, direi solo di non farli mai sentire soli. E se ci troviamo impreparati, come genitori ma anche come figli, cerchiamo di scoprire insieme il modo di comprendere gli uni e gli altri. “Chi sono io per giudicare?”: Papa Francesco lo ha detto e la strada è questa"

Potete leggere l'intervista completa sul Corriere.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 41 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail