Jean Paul Gaultier ovvero il gioco dei generi

Jean Paul Gaultier ovvero il gioco dei generi

L’ ex enfant terrible della moda Jean Paul Gaultier mette questa volta a soqquadro anche l’algido e rarefatto mondo dell’haute couture, mandando in passerella una combriccola di bellissimi. Avvolti in rasi sontuosi o chiffon degni della Belle Epoque, i modelli di Gaultier, primo fra tutti l’inimitabile e suadente Jean Baptiste Giabiconi, invadono la passerella con l’hauteur delle dive del passato, ma il piglio dell’uomo che non deve chiedere mai, pronti qui a Parigi, a rimarcare, a testa alta, che non esiste più una vera e sicura linea di confine tra uomo e donna – tra abiti squisitamente femminili ed outfit rigorosamente maschili.

Jean Paul Gaultier ovvero il gioco dei generi
Jean Paul Gaultier ovvero il gioco dei generi
Jean Paul Gaultier ovvero il gioco dei generi
Jean Paul Gaultier ovvero il gioco dei generi
Jean Paul Gaultier ovvero il gioco dei generi
Jean Paul Gaultier ovvero il gioco dei generi

Via | Fashionblog | GQ

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: