In Ecuador è stato proposto di istituire la figura legale del GLBTIcidio

Un’associazione dell’Ecuador ha proposto di includere nel nuovo Codice Penale una figura specifica per i crimini di odio verso la comunità LGBT.

In Ecuador è stato proposto di istituire la figura legale del GLBTIcidio

L’associazione ecuadoriana Silueta X ha fatto pervenire al Parlamento le sue proposte per il nuovo Codice Organico Integrale Penale dell’Ecuador che si sta discutendo. Tra le proposte c’è quella di inserire una figura legale che punisca la violenza commessa contro le persone gay, lesbiche, transessuali, bisessuali e intersessuali basata sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere.

In concreto, la figura del GLBTIcidio che propone Silueta X si definisce come:

attività tendenti a estinguere totalmente o parzialmente le persone per via del loro orientamento sessuale o identità di genere, attentando al loro modo di vivere, allo libero sviluppo della personalità o sottoponendole a terapie per la “cura” del loro orientamento sessuale o identità di genere.

Secondo l’associazione quanti commetteranno tali crimini dovranno essere puniti con il carcere dai sedici ai diciannove anni, mentre in caso di uccisione di una persona LGBTI per il fatto che è LGBTI, la detenzione dovrà essere tra i ventidue e i ventisei anni.

La proposta include anche una revisione del Codice Penale dell’Ecuador perché utilizzi un linguaggio inclusivo che garantisca nella pratica

il rispetto e l’inclusione delle persone con orientamento sessuale e identità di genere diverse da quelle tradizionali.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 44 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail