Anton Hysén e il mondo del calcio testimonial di una discoteca gay

I tempi cambiano, anche per il mondo del calcio (ma non da noi in Italia).

E così succede che una discoteca gay scelga il mondo del calcio per pubblicizzarsi. Succede a Malmö, nel sud della Svezia. La discoteca è il Wonk e testimonial è Anton Hysén, calciatore gay dichiarato, che fa da allenatore a una intera squadra di calcio – quella del Wonk, appunto –, fornisce ai giocatori indicazioni sulla tattica da seguire in campo e poi esulta quando i suoi vanno in rete. Ragazze pon pon sono una serie di drag queen del tutto scalmanate che fanno il tifo in maniera impressionante. Poi, trattandosi di una squadra di calcio al momento della partita, assistiamo sia alla fase in cui indossano la divisa da calciatori, sia dopo, quando vanno nelle docce. Un po’ di piccantezza non guasta mai.

Iniziativa interessante, senza dubbio, e anche simpatica, che strizza l’occhio al sogno di molti gay che vorrebbero intrufolarsi negli spogliatoi delle squadre di calcio, ma anche sottolinea una speranza ben più importante: che nel mondo del calcio cessi l’omofobia che da sempre lo caratterizza.

  • shares
  • +1
  • Mail