Cattolici e ortodossi contro le famiglie diverse da quella tradizionale

Solo la famiglia uomo/donna propone una vera cultura della diversità: tutte le altre forme famiglie, invece di unire, sono fonte di divisione. Così dicono cattolici e ortodossi riuniti in Vaticano.

Cattolici e ortodossi contro le famiglie diverse da quella tradizionale

Nei giorni scorsi si è tenuta in Vaticano una giornata di studio sul tema: Ortodossi e cattolici insieme per la famiglia. L’incontro è stato promosso dal Pontificio Consiglio per la Famiglia e dal Dipartimento per le Relazioni Esterne del Patriarcato di Mosca. Nel comunicato finale congiunto dei due enti organizzatori si legge:

L’egemonia di una cultura individualista e consumista – che va di pari passo con la globalizzazione del solo mercato – sembra avere come primo effetto l’indebolimento e la distruzione della famiglia e, con la famiglia, di ogni forma associata stabile. Per di più si stanno moltiplicando forme alternative di “famiglia”.

E qui in pratica affermano che, in fin dei conti, l’amore può pure passare in seconda posizione:

Purtroppo, è ormai scontato che gli individui possano “fare famiglia” nelle maniere più diverse. L’importante – si sottolinea – è l’«amore». La famiglia non viene più negata, ma posta accanto a nuove forme di esperienza relazionale che sono apparentemente compatibili con essa, anche se in verità la scardinano.

Pertanto l’importante è che in una famiglia ci siano un uomo e una donna. Se poi c’è l’amore tanto meglio. Continua poi il documento, affermando che solo il matrimonio uomo/donna promuove una vera cultura della differenza:

La distruzione della specificità sessuale, proposta dalla nuova cultura del gender deve trovare da parte nostra risposte chiare e convincenti. Il matrimonio, proprio nell’unione di un uomo con una donna, realizza un’autentica cultura della differenza, senza uniformare ciò che è diverso. Esso risponde all’essenza dell’essere umano e costituisce la Buona Notizia per il mondo scristianizzato.

Quindi il documento si conclude ribadendo che per il futuro le due chiese – cattolica e ortodossa – continueranno a opporsi a qualunque forma di famiglia che non sia quella composta da donna e uomo:

Dalla giornata di studio esce anche rafforzata la comune responsabilità di presentare la via del matrimonio e della famiglia come via di santità per le coppie cristiane. Dal grande tesoro delle nostre Chiese occorre estrarre la ricchezza teologica, spirituale, culturale per offrire la nostra testimonianza cristiana sui valori del matrimonio e della famiglia in un modo più efficace e attuale.

Nulla di nuovo sotto il sole. Ma è sempre bene ricordare le posizioni delle chiese, per non cedere a un facile e sterile irenismo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 92 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO