I gay sono più portati all'uso di droga?

Ecco il risultato di una recente indagine

In Inghilterra sondaggi rivelano omofobia sul posto di lavoro

Un recente rapporto ha portato alla luce questa presunta verità: i gay, le lesbiche e i bisessuali sono maggiormente propensi all'uso di alcol e di droghe rispetto agli eterosessuali.

L'indagine è stata svolta dalla Lesbian & Gay Foundation (LGF) insieme alla University of Central Lancashire e ha intervistato oltre 7000 persone Lgbt in Inghilterra.

Dai risultati, oltre 1/4 di coloro che ha risposto alle domande, risulta aveva provato e consumato cannabis, poppers, cocaina, ecstasy, chetamina e anfetamine.

La dottoressa Caroline Yorston, della Policy & Research Officer at The Lesbian & Gay Foundation, ha spiegato che questo uso di sostanze stupefacenti è spesso da collegare ai problemi di solitudine e di depressione da parte dell'ambiente gay:

"Sappiamo già che questi problemi colpiscono in modo sproporzionato le persone lesbiche, gay e bisessuali, così possiamo iniziare a capire perché l'uso della sostanza è più elevata in questa comunità"

E 'stato anche sottolineato come siano più propensi a cercare aiuto da fonti informali, come la famiglia o Internet, invece di servizi professionali. Secondo il rapporto, i timori circa la riservatezza, il senso di vergogna e di imbarazzo impediscono alcune persone da chiedere supporto a specialisti, in questi casi di dipendenza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail